Navigare Facile

La Storia

Le origini di Gioia del Colle

I reperti archeologici testimoniano che esisteva una civiltà sul luogo già nel VII secolo.

In particolare, sono risalenti a questo periodo i resti rinvenuti dell'acropoli a Monte Sannace, che confermano l'esistenza di persona nel territorio.

L'attuale città si sviluppò a partire dal 1100 attorno un'antica fortezza bizantina; il primo feudatario normanno fu Riccardo Siniscalco, che costruì il castello di Gioia del Colle.

In seguito, il feudo passò nelle mani di Federico II, responsabile dell'ampliamento del castello.

L'imperatore dimorava con la sua amante Bianca Lancia, da cui ebbe un figlio, Manfredi. In realtà, Federico credeva che Manfredi fosse il frutto di un tradimento da parte di Bianca, tant'é che la costrinse a tagliarsi i seni e quindi morire dissanguata nella torre che ancora oggi è chiamata 'Torre dell'imperatrice'.

Le vicende storiche del paese sono sempre state quelle del Regno di Napoli, fino al 1860, quando divenne città del Regno d'Italia.